Il Detonatore

Facciamo esplodere la banalità

VOGLIONO L’ASILO OBBLIGATORIO – ECCO L’ESSENZA BOLSCEVICA DEL PD (di Alex Vön Punk)

Il Partito Democratico non perde occasione per mostrarci la sua nefasta essenza bolscevica che ancora brucia sotto la cenere moderata di cui si ammanta.

Il sistema educativo di Stato non ha come fine quello di far evolvere un individuo verso la propria realizzazione, o di renderlo autonomo, ma di far sì che questo si adatti a quel sistema morale e valoriale che vorrebbe imporre il Leviatano.

CONTRIBUISCI ANCHE TU A SUPPORTARE IL NOSTRO GIORNALE
Caro amico lettore, come potrai immaginare, dietro questo blog ci sono diverse persone che collaborano agli articoli che tu quotidianamente leggi. Se desideri supportare la nostra attività, ti saremmo grati se volessi dare il tuo sostegno all’Iban IT53E3608105138290082390113. L’intestatario è Matteo Fais. Grazie di cuore, La Redazione. 

Se volessimo dare un reale significato al concetto di  educazione, questo sarebbe riconducibile ad un insieme di azioni, atteggiamenti e pratiche  che guidino il singolo alla scoperta di se stesso.

Ovviamente non è dello stesso avviso il Partito Democratico che, nonostante abbia eliminato i baffoni ed il colbacco, rimane fedele al voler imporre al prossimo la propria idea di società, in pieno spirito comunista.

L’ultima trovata sarebbe quella di rendere obbligatorio persino l’asilo, strappando i bambini dalle braccia delle loro famiglie. È chiaro che di questa gente, al di là del come possa essere presentata e venduta questa idea dai suoi propugnatori, non c’è da fidarsi. Non sono lontani i giorni felici in cui nelle scuole sbucarono transessuali utilizzati come cantastorie improvvisati per i bambini, al fine di fare propaganda LGBT – che poi è anche parte dell’ideologia del PD.

Da un punto di vista libertario, sappiamo bene che la Scuola di Stato (pubblica o privata, con programmi calati dall’alto dalla politica) è il tentativo di produrre cittadini che obbediscano ciecamente agli ordini, pronti a supportare l’autorità del governo e quindi della politica, anche quando è contraria alla ragione o all’interesse personale, indottrinando i bambini al culto collettivista del bene comune – e quindi, per esempio, alla loro sempre cara inclusività.

Un altro esempio di tutto ciò potrebbe essere la brutale e folle imposizione di mascherina nei precedenti anni scolastici – palesemente sostenuta e promossa dai Bolscevichi Democratici. L’immagine di uno Stato che toglie la libertà di respirare rende bene l’idea di cosa intendano Letta n’ friends per istruzione.

ACQUISTA il nuovo romanzo di Matteo Fais, Le regole dell’estinzione, Castelvecchi.
AMAZON: https://www.amazon.it/regole-dellestinzione-Matteo-Fais/dp/8832828979/
IBS: https://www.ibs.it/regole-dell-estinzione-libro-matteo-fais/e/9788832828979

Il potere ha tra le sue finalità, per garantirsi la replicazione di sé stesso, quella di assicurarsi l’essere umano fin dalla più tenera età, ovvero quando la sua capacità di giudizio non è ancora sviluppata. Prelevandolo così piccolo, sarà lo Stato a colmare quel vuoto che di norma viene riempito dalla famiglia. 

Il Partito Democratico non si nasconde e porta avanti la sua agenda statalista, centralista, con fredda metodologia comunista. Ogni amante della libertà non può esimersi dal proteggere i più piccoli dall’idea decisamente sovietica di figlio di Stato. Restate in guardia.

Alex Vön Punk

Emailvonpunk@tutanota.com

Telegram: @VonPunk


L’AUTORE

Alex Vön Punk viene costruito a Pisa negli anni ‘80. Bandito, cantante e scrittore di canzoni punk nella band pisana Enkymosis fino al 2009. Autodidatta d’assalto tra un lavoro precario e l’altro, grafico freelanceagitatore politico e provocatore di tendenze anarchiche, anti-autoritarie e federaliste, membro del Centro Studi Liibertario “Società Aperta” che si occupa di libertarismo, diritti civili e della promozione del reddito di base universale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.