Il Detonatore

Facciamo esplodere la banalità

SE FOSSE DAVVERO DENISE PIPITONE, LA VICENDA APRIREBBE MOLTISSIMI INQUIETANTI SCENARI (di Franco Marino)

La storia ha dell’incredibile. Una ragazza si presenta ad una TV russa e asserisce di essere stata rapita e di voler ritrovare la famiglia d’origine. E molti hanno trovato un’impressionante somiglianza tra lei e la madre di Denise Pipitone, una ragazzina trapanese scomparsa oltre vent’anni fa.
Quella storia la ricordo molto bene per una ragione molto semplice: da sempre, sono convinto che dietro molti rapimenti si nasconda un traffico internazionale di bambini e di organi. Questa potrebbe essere la spiegazione anche dietro il rapimento di Angela Celentano, una bambina che fu, a soli tre anni, rapita durante una gita sul Faito, un monte sorrentino e che non è mai stata più ritrovata.


Ho invece un brutto presentimento e cioè che si farà tutto per insabbiare il caso come già si fece quando uscì fuori la notizia che Angela Celentano forse era in Messico. Perchè dietro queste scomparse ci sono connivenze da parte di forze di polizia e servizi segreti. Perchè il business dietro questi fenomeni orrendi è enorme. E nessuno ha davvero interesse a ritrovare questi bambini.
Ma se veramente si scoprisse che Denise Pipitone è la ragazza russa che è stata rapita, si aprirebbe un coperchio enorme che investe anche responsabilità ad altissimi livelli.
Speriamo bene, anche se ci credo relativamente poco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.