Il Detonatore

Facciamo esplodere la banalità

PER COLPA DI QUESTI CRIMINALI MI SENTO ORFANO E DISEREDATO (di Franco Marino)

Quando sui media mainstream si parla soltanto di una cosa – e se ne parla anche quando non c’entra nulla – non ha molto senso scrivere anche perchè la mia opinione su tutta la vicenda e sul suo indotto è ormai nota a chiunque mi legga.
Con largo anticipo scrissi – ben prima che questa classe politica evidenziasse la sua schifosità morale e materiale – che eravamo nelle mani di criminali. E questi nove mesi di pandemia sono serviti soltanto a confermare ciò che io già avevo capito.
Non è autocelebrazione. Io sono cresciuto chiedendo a me stesso alla maniera di Nietzsche “fin dove osi pensare?”. Io ho sempre osato andare oltre certi schemi, molti non è che non ne abbiano l’intelligenza, semplicemente non ne hanno il coraggio. Perchè pensare oltre implica accettare una serie di verità nascoste dietro le tante favole che l’umanità ama raccontarsi, che fanno male. E non tutti hanno il mio stomaco di ferro.


Così oggi mi sono guardato dentro e, osservando come le parole fluiscano agevolmente, mi sono reso conto che questo era un articolo degno di essere pubblicato, infatti l’ho scritto in pochi minuti.
Cosa ho capito di questa storia? Che una banda di criminali sta attaccando tutti i valori a cui la mia famiglia mi aveva insegnato a credere. Fate conto come se qualcuno stesse tentando di ammazzare i miei genitori e i miei nonni che – e a questo punto vale la pena dirlo per fortuna non ci sono più – mi hanno educato al rispetto della parola data, all’amore patrio, all’importanza della famiglia, dell’amore. Tutto cancellato, tutto buttato via.
Credevamo nella sanità e ci stiamo accorgendo che per gli scienziati siamo solo numeri. Credevamo nel rispetto delle istituzioni e siamo stati occupati da un manipolo di criminali che hanno dichiarato guerra ai cittadini.
Credevamo nelle forze dell’ordine e abbiamo scoperto che sono soltanto i servi di una mafia globalista. Credevamo nel rispetto delle opinioni del prossimo e invece siamo finiti nella tromba d’aria di una demenza collettiva che ha risucchiato tutto, anche l’onestà intellettuale di ammettere il torto quando c’è, di vedere il dubbio quando fa capolino. Credevamo nella Costituzione e la cosa divertente è che a farla a brani sono gli stessi che ne hanno sempre sottolineato la sacralità. Sto persino rivalutando l’etica dei mafiosi e dei camorristi e per uno che li ha dovuti fronteggiare ed è quanto dire.
Tutto ciò a cui siamo stati educati a credere, ci sta venendo tolto, tutto il mio mondo è sotto attacco. Quando i miei nonni e i miei genitori sono morti, ho provato in ogni circostanza un profondo dolore. Di fronte alle loro bare mi sono sempre chiesto cosa mi abbiano davvero lasciato e ho capito che al di là delle cose materiali, loro mi hanno lasciato un’eredità spirituale ed emotiva che mi accompagnerà per tutta la vita, dovessi morire tra cinquant’anni, tra cinquanta mesi, tra cinquanta giorni o tra cinquanta secondi.
Questi criminali mi stanno togliendo anche questo, facendomi sentire orfano un’altra volta. E diseredato nei beni più importanti.
Quelli spirituali.

FRANCO MARINO

2 commenti su “PER COLPA DI QUESTI CRIMINALI MI SENTO ORFANO E DISEREDATO (di Franco Marino)

  1. Caro Franco stavo pensando alle stesse cose che tu hai scritto Ho 63 anni, una vita vissuta nel rispetto delle regole e soprattutto, cercando di essere corretta nei confronti del mio prossimo, tanti errori fatti e chi non fa? Ma so ammetterli tutti. È una situazione che mi fa paura, mi fa vergognare, per il mondo che stiamo lasciando ai nostri figli e ai nostri nipoti. Io non so quanto tempo avrò ancora davanti, ma credimi, ho un magone enorme, una tristezza nell’anima lacerante, quest’anno non sopporto nemmeno il Natale, non vedo l’ora di superare l’epifania e questo la dice lunga. Spero sempre in un cambiamento, in un miglioramento di questa brutta, terribile situazione, lo dobbiamo ai nostri giovani. Dobbiamo farci forza e dare l’esempio, ma è molto, molto difficile, perché il cuore è veramente lacerato, ti abbraccio Auguro a te e alla tua famiglia Buone feste e auguri per un tempo migliore.

  2. Ti seguo da tanto e stavolta percepisco nelle tue parole,sempre piacevoli,sincere da leggere,una nota di malinconia e tristezza…Forse sarà l’aria di questo strano Natale…Ti abbraccio forte e ti auguro Serene Feste ,con i tuoi affetti più veri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.