Il Detonatore

Facciamo esplodere la banalità

LA PERICOLOSA ESCALATION DI CONTE (di Franco Marino)

Devo confessare di aver ascoltato con una profonda preoccupazione e indignazione il discorso di Conte, espresso con tutta la cordiale arroganza di chi crede di non avere alcun limite, neanche quelli costituzionali che il partito che lo ha eletto, il Movimento 5 Stelle, aveva eletto come bandiera, naturalmente con tutta la disonestà di chi poi magari vaneggiava di introduzioni di incostituzionalissimi vincoli di mandato e quant’altro.
Ogni giorno che passa c’è un nuovo capitolo di questa orrenda storia. E mentre la gente scende in piazza per onorare un cocainomane ubriacone, evasore fiscale, abbandonatore di figli sparsi per il mondo come Maradona, non proferisce parola per ribellarsi ad un Trattamento Sanitario Obbligatorio che dietro il pretesto di una pandemia che ogni giorno che passa svela la propria natura dolosa e truffaldina.
Gli italiani sembrano non aver capito che è un’escalation che non avrà fine fin quando non ci ribelleremo, fin quando non andremo a prenderli. Eppure una buona volta si potrebbe utilizzare come metafora proprio quel “no alla violenza sulle donne” di cui molte femministe si fanno bandiera. Il meccanismo è identico perchè è come quando una donna sta con un uomo violento. Deve ribellarsi al primo buffetto fuori posto, altrimenti poi quel buffetto si trasforma in ceffone poi evolve in spinta, alla fine diventa mazziatone – ma sempre perchè è lei ad aver provocato, non lui che è un violento – in una progressione che ha termine con la morte della vittima e che può essere arrestata solo se lei dice un NO NETTO, senza appello.
Questo è un governo di violenti che testa ogni giorno la sopportazione di un popolo che viene progressivamente educato a cose peggiori. Oggi è la minaccia di un TSO (e quando Conte dice che si farà di tutto per evitarlo, in realtà significa che HA GIA’ DECISO che non verrà evitato) e domani sarà magari qualche violenza commessa dalle forze dell’ordine per un *fantomatico bene collettivo*.
Quando una donna viene minacciata da un uomo violento ha tre strade: o scappa di casa, o chiama le forze dell’ordine oppure reagisce ammazzandolo. Gli italiani non possono scappare in massa e non esistono neanche forze dell’ordine disposte a salvarle, che quelle attuali sono servi della tirannia.
Rimane la strada di eliminarli. O eliminiamo loro o loro elimineranno noi.

FRANCO MARINO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *